ritagli di sport

24 giugno 2006

Football Heroes

Filed under: futbol — filnax @ 10.21 am

Un album dei Mondiali divertente e originale. Football Heroes è un progetto di due giovani illustratori svizzeri che hanno voluto raccontare in modo insolito la storia dei campionati del  mondo di calcio. Il libro di 160 pagine si può acquistare su Internet (www.footballheroes.org) e comprende i disegni delle trentadue formazioni partecipanti a Germania 2006, più tutti le vincitrici delle passate edizioni e alcuni team che si sono messi in mostra pur non aggiudicandosi il torneo. Un totale di sessanta squadre.

 “Al progetto, no profit, hanno partecipato cinquanta illustratori di diciassette nazionalità diversa”, spiegano i due promotori, Ashi e Jervoskaja. Ogni artista ha disegnato una o più nazionali con stili molto particolari. L’americano Toki Doki ha rappresentato l’Italia ’82 come fumetti ironici, dove spicca l’enorme chioma riccia dello stopper Fulvio Collovati. La squadra di Lippi è stata tratteggiata dal romano Lorenzo Ceccotti, in chiave più grottesca, con un Fabio Cannavaro dal collo taurino da far impallidire Mike Tyson. L’inglese Beach la nazionale azzurra campione del ’34 l’ha immaginata come una squadra di antichi gladiatori romani con Giuseppe Meazza e Angelo Schiavio con lame sguainate e il ct Vittorio Pozzo novello Giulio Cesare. Tutt’altro stile per la nazionale di quattro anni dopo, con calciatori raffigurati da Märt Infanger come tanti zombie con occhi cerchiati e volti blu. Irriconoscibile il Brasile campione del 2002 con delle caricature molto colorate di Marcos Guilherme. Per non parlare di Argentina 2006, dove Riquelme e compagni sono interpretati come fumetti giapponesi dal connazionale Stupid Love che curiosamente ha escluso la stella Tevez. François Chalet non ha risparmiato icone del calcio francese (annata 1982), con un Michel Platini dalle orecchie giganti alla Dumbo e un Alain Giresse fuoriquadro per la bassa statura. Soldatini legnosi i tedeschi di Frank Beckenbauer, irridati nei Mondiali disputati in casa nel ’74. C’è anche un omaggio alla splendida Olanda campione d’Europa dell’88. I profili di Marco Van Basten, Ruud Gullit, Frank Rijkaard, Ronald Koeman sono delle macchie d’inchiostro su tavole arancioni.

“Per noi è una sorta di campionato del mondo di illustratori. Ognuno di noi vuole vincere la competizione del disegno più bello” confessa il ventiquattrenne Achilles Greminger, in arte Ashi. “Mediamente – aggiunge Kai Jerzö, 35 anni, nome d’arte Jervoskaja – ogni illustratore ha impiegato dalle quaranta alle cento ore per completare una formazione composta da dodici ritratti, undici calciatori più l’allenatore. Un lavoro molto intenso che è stato possibile grazie all’entusiasmo di tutti i partecipanti. Un progetto che avevo iniziato nel 1998 e che è stato possibile realizzare grazie all’apporto di Ashi e a tutti gli altri illustratori in giro per il mondo che hanno aderito con grande entusiasmo. E dire che c’è qualcuno che non sapeva neanche dell’esistenza dei Mondiali”.

Filippo Nassetti

(Il Foglio, 24 giugno 2006)

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: