ritagli di sport

27 aprile 2006

La nonna di Davids, i tre porcellin di Owen e altre bloggerie pallonare

Filed under: futbol — filnax @ 2.32 pm

Chissà se Roberto Mancini cerca nel web rassicurazioni sul suo futuro. I blog di Msn, il portale Microsoft, sono utili al Mancio per snellire la lista dei pretendenti alla sua panchina. Scrive Claude Makelele, centrocampista del Chelsea: “Che sia ben chiaro, José Mourinho non va proprio da nessuna parte”. Via uno. Xabi Alonso, regista del Liverpool, ribatte: “E’ stato un gran sollievo per tutti a Liverpool. Rafa Benitez ha messo fine a tutte le voci che circolavano, annunciando che resta qui”. Meno due. Purtroppo per Mancio, Gigi Buffon altro blogger, non si è pronunciato sul futuro di Fabio Capello.

I Mondiali di Germania Microsoft ha scelto di seguirli affidandosi al racconto dei protagonisti. L’azienda di Bill Gates ha individuato un portabandiera blogger per ogni nazionale favorita: Gigi Buffon (Italia), Ronaldinho (Brasile), Edgar Davids (Olanda), Xabi Alonso (Spagna), Micheal Owen (Inghilterra), Claude Makelele (Francia) e Kevin Kuranyi (Germania). I siti offrono un ritratto dei calciatori fuori dalle interviste di rito. Qui un blob dei blog.

Gigi Buffon. Sui Mondiali: “Forse ho esagerato con la percentuale del 95 per cento di successo dell’Italia. In effetti, sia il Brasile che altre avversarie sono fortissime, quindi le probabilità scendono. Ma mica di molto, sapete. Mi sento ottimista, come mai forse mi era capitato. E non voglio nasconderlo”. Gli hobby: “Nono sono diventato subito portiere, anzi, avevo iniziato la mia carriera in avanti. Un po’ di voglia di giocare con i piedi mi è rimasta. Questo forse è uno dei motivi per cui mi sfogo con il Subbuteo nei panni di difensore, centrocampista e attaccante. Anche se, devo ammetterlo, mi esalto quando compio interventi miracolosi con il mio portiere in miniatura”. Passioni giovanili: “il mio idolo era Lothar Matthaeus, mi piaceva il modo di giocare e il personaggio al di fuori degli schemi. Come squadra mi entusiasmava il Pescara di Galeone, formazione imprevedibile, magari un po’ incostante, ma capace di imprese ritenute difficilissime. E i portieri? Thomas N’Kono, scavezzacollo, istrionico, spettacolare, ma anche efficace.”.

Edgar Davids. Sui gay: “Ultimamente ci sono voci che corrono sulla presunta omosessualità di alcuni giocatori. Non capisco il problema. Se giocano bene a calcio a me basta. Credo che quelli che si scandalizzano  dovrebbero consultare uno specialista per evitare di drammatizzare”. Il suo paese d’origine: “Nel Suriname nessuno rispetta il divieto “è vietato portare cibo all’interno dello stadio”. Se avete voglia di portarvi un ottimo Tjan Min Moski (piatto tradizionale a base di spaghetti fritti, carne e verdure), nessuno ve lo impedirà”. Rimproveri particolari: “A volte la mia nonna non esita a dirmene quattro sul modo in cui gioco e persino a spiegarmi come fare un tackle perfetto.”   

Claude Makelele. Sulla fede: “Dio mi ha sempre assistito nella mia carriera. E, naturalmente, lo Speciale è dalla parte del Chelsea. Mi sembra che sia stato Mourinho ad averlo definito così per scherzare, trovo che sia un nome indovinato”. L’attacco della grandeur: “Non conosco un altro paese al mondo che possa contare su attaccanti dalla forma così smagliante. Penso che potrebbero scendere in campo tutti insieme: Zidane al centro, Wiltord a destra e Trezeguet e Henri davanti”.

Kevin Kuranyi. Tre passaporti: “La mia  patria è il Brasile: sono nato a Rio de Janeiro. Mio padre Kont è tedesco, ma nato in Francia. A 20 anni emigra in Brasile dove conosce mia madre Carmen che viene da Panama. Un mio nonno è ungherese, un altro norvegese. Ad otto anni i miei genitori si separano e mia madre mi porta a Panama, l’anno dopo torno in Brasile con mio padre che a quindici anni mi manda ospite in una famiglia di Stoccarda per imparare il tedesco. Dimenticavo: la mia compagna, Victorija, è croata”.

Ronaldinho. Sull’addio di Demetrio Alberini: “un grande uomo e un magnifico calciatore. Un momento molto commovente. C’era un sacco di gente e ho avuto occasione di parlare con molti amici”. Sui fumetti: “ho pranzato con il mio amico Mauricio de Souza, il padre di Turma da monica, una famosa serie di fumetti brasiliana. E’ stato veramente eccitante. I fumetti stanno diventando sempre più popolari e spero proprio che i ragazzi si divertano a leggerli”.

Xabi ALonso. Sulle origini basche. “La squadra del cuore della mia famiglia è il Real Sociedad. Mio fratello Mikel gioca in questa squadra, e anch’io ero lì prima di andare a Liverpool, proprio come mio padre Pedro, detto Periko. Era un ottimo giocatore, ha vinto gli unici due campionati della storia del Real Sociedad. Non ricordo di quei due titoli, ma, quando si vive a San Sebastian, si capisce perfettamente cosa quei titoli hanno rappresentato per la città”.

Michael Owen. La playlist in macchina: “Non tengo nessun cd, anzi per il momento la mia collezione di cd in macchina è fatta di canzoni per bambini. Con mia figlia Gemma mettiamo sempre siam tre piccoli porcellin, siamo tre fratellin, mai nessuno ci dividerà”. Sui sogni realizzati: Quando ero piccolo avrò vinto un milione di volte la Coppa del Mondo e quella di Inghilterra. Correvo e imitavo la voce del cronista “Ecco, Gary Lineker attraversa tutta Wembley e… gol”. Nella vita ho vinto una sola volta la Coppa d’Inghilterra, ma è stato il mio momento più bello. Segnare il gol della vittoria contro l’Arsenal. Era lo scenario che avevo vissuto tante volte per finta da ragazzino. Perdere 1-0, quindi pareggiare e poi segnare il gol della vittoria a un minuto dalla fine”. Sull’addio di Sven Goran Eriksson: “Francamente, la sua partenza non è una sorpresa. In fondo in fondo sapevamo tutti che sarebbe stato il suo ultimo torneo”.

Filippo Nassetti

(Il Foglio, 27 aprile 2006)

Annunci

1 commento »

  1. ciaoooo

    Commento di frg — 14 dicembre 2006 @ 7.11 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: